Dov’è finito Carlotto?

Per il suo sesto compleanno, Sveva riceve un regalo davvero molto strano da parte di mamma e papà: un binocolo. Che delusione! Lei avrebbe tanto voluto la bambola Lola Dance, che balla e canta anche in inglese. Cosa può fare con un binocolo? Un giorno però, attraversando il parco in bicicletta con la mamma, Sveva sente frullii e cinguettii, e si incuriosisce. E così decide di cominciare ad utilizzare il suo regalo. Ben presto diventa un’abile birdwatcher e scopre, tra i rami di una vecchia quercia, un nido di uccelli con il becco giallo: gli allocchi. Sono uccelli notturni e dormono di giorno. Però ce n’è uno con un occhietto aperto! Sveva lo chiama Carlotto e comincia a tenerlo d’occhio con il suo binocolo. Un brutto giorno, però, Carlotto cade dal nido a testa in giù e scompare… Dove sarà finito? Ci penserà Sveva con il suo binocolo a ritrovarlo…
Le illustrazioni sono di Francesca Rucci.

 

Alessandra Sala – Ed. Paoline 2012 (Il Parco delle Storie – Le giostre)

Età di lettura: da 4 anni

recensione a cura di Francesca Ruggiu Traversi

Pin on PinterestShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on TumblrShare on Google+Email this to someonePrint this page
by clo